Misuratore di consumo dell’energia elettrica: tieni d’occhio i consumi

misuratore di consumo dell’energia elettricaVuoi tenere sotto controllo il consumo energetico degli elettrodomestici di casa? 
Verificare se effettivamente consumano quanto dichiarato dall’azienda produttrice?
Lo strumento di misura che fa per te è il misuratore di consumo dell’energia elettrica. E distinguiamo due diverse tipologie: i dispositivi che misurano il consumo degli elettrodomestici e degli apparecchi elettronici e i dispositivi wireless che misurano il consumo totale (basta agganciare il relativo sensore al cavo di fase   dell’impianto monofase o trifase).
Nei prossimi paragrafi vedremo la differenza che sussiste tra questi due prodotti (anche il loro funzionamento) e ti daremo un valido aiuto su come scegliere il misuratore di consumo dell’energia elettrica migliore per te.

Misuratore di consumo per elettrodomestici o dispositivi elettronici: come funziona?

Spieghiamo subito il semplice funzionamento: bisogna inserire in una presa il misuratore e nella presa passante (presente sul dispositivo) inserire la spina relativa all’elettrodomestico di cui si intende conoscere il consumo. Dopo aver eseguito questa semplice operazione, sarà possibile visualizzare sul display il consumo dell’apparecchio.
Semplice, no?
Questo era semplice, più complicata potrebbe rivelarsi però la scelta.

Misuratore di energia per elettrodomestici o dispositivi elettronici: quale scegliere?

Non sai bene come scegliere un misuratore di consumo dell’energia elettrica?
Di questo non dovrai preoccuparti perché in questo paragrafo potrai scoprire non solo alcune importanti informazioni a riguardo, ma pure i parametri da prendere in considerazione prima di effettuare l’acquisto.

Vuoi conoscere il consumo economico di un elettrodomestico?

Con il misuratore di energia elettrica sarà possibile prevedere, indicativamente, se avrai una bella sorpresa o se ti aspetta il solito incubo in bolletta. Potrai calcolare il consumo di un elettrodomestico anche in termini economici. Così, verificando magari che la lavatrice consuma tanto e di conseguenza ti costa pure tanto, potresti decidere di sostituirla con un modello più innovativo e meno “mangia-energia”.
Ma come riesce il misuratore di consumi a calcolare il costo?
Ci riesce perché è possibile anche impostare il costo per Chilowattori consumati.
Tra i modelli più apprezzati in commercio e che presentano questa caratteristica (e tante altre molto importanti) vi è Rce Pm600.

Dopo la misurazione desideri che i dati non vadano perduti?

Magari hai passato l’intera giornata a misurare i vari elettrodomestici, computer, caricabatterie, eccetera. ne hai visionato i dati al momento e magari sei andato a letto soddisfatto.
E se l’indomani vorresti di nuovo visionare quei dati?
Se non è presente la funzione memoria, dovrai nuovamente provvedere alla misurazione dei vari dati per poi segnarli su un foglio di carta o magari sul tuo smartphone. Quindi, se vuoi sempre rivedere i dati misurati, la funzione memoria non deve assolutamente mancare nel tuo strumento di misura.
A tal proposito consigliamo il modello Arendo A29722.
Ne vuoi conoscere il prezzo?
Clicca qui e scoprilo.

Massima visibilità?

Spesso i display nonostante siano grandi, non permettono una chiara visualizzazione dei dati. E magari si è pure costretti a farsi luce da soli pur di capirci qualcosa. Questo accade perché siamo di fronte ad uno schermo non retroilluminato. Quindi valuta attentamente la presenza anche di questo “dettaglio” che spesso però è una vera e propria “ancora di salvezza”.

Misuratore energia elettrica wireless: libero dai fili, libero dai limiti!

In questo paragrafo ci occuperemo dei misuratori di energia wireless che vanno collegati direttamente all’impianto monofase o trifase (anche impianti ad energia rinnovabile). Quindi non vi è il singolo collegamento con presa all’elettrodomestico, ma vi è una diretta comunicazione con l’impianto.
Come avviene questo collegamento?
Va semplicemente agganciato un sensore al cavo di fase. Al sensore va a sua volta collegato il trasmettitore che ha il compito di inviare i dati al monitor conta energia (operazione semplicissima che può svolgere anche il più inesperto). Questo permette di conoscere l’intero consumo domestico. Quindi, ogni volta che viene azionato un dispositivo elettronico collegato alla rete domestica, l’aumento di consumo viene riportato sul display del misuratore.
Naturalmente ricorda che questa trasmissione ha una portata massima, oltre la quale non sarà possibile visualizzare i dati sul monitor.

Misuratore energia elettrica wireless:  quale scegliere?

Come fare a scegliere il misuratore di consumo dell’energia elettrica wireless più adatto al tuo ambiente domestico? 
Potrebbe sembrare una scelta difficile, ma in realtà è più semplice di quel che sembra. E tramite queste domande con risposta ti aiuteremo noi. Prima però vogliamo specificare come ormai tutti i modelli siano in grado di misurare non solo i consumi elettrici, ma anche la potenza, l’emissione di Co2 e i costi (impostando delle apposite tariffe).

Vuoi evitare che salti ogni qualvolta la luce?

Per evitare di dover riavviare il contatore perché si è superato il limite di potenza domestica, l’unica soluzione è quello di prevenire che ciò accada.
Come è possibile fare ciò?
Questo è possibile grazie alla soglia di allarme impostabile (sarai quindi tu a decidere il limite massimo, magari potresti optare per i 2,9 Kw). Infatti, impostando un determinato limite, il misuratore ti avvisa con un segnale acustico e visivo quando questo parametro viene superato. Così potrai magari spegnere un elettrodomestico prima che la luce salti.
Funzione molto utile e di cui potrai godere con il modello Efergy E2 Classic.

Vorresti consultare i dati  storici e in tempo reale sul tuo pc?

Anche questo è possibile con un monitor conta energia. Grazie alla presenza della porta usb il collegamento avviene in pochissimi secondi. Tra i migliori modelli vi è di certo Owl cm160 che consente di ricostruite un grafico storico di tutti i dati rilevati. Potrai eseguire anche una comparazione delle diverse tariffe.

Vuoi misurare i dati relativi al consumo elettrico direttamente sul tuo smartphone?

Questo è possibile con il misuratore Efergy Engage Hub Classic. Un dispositivo non più provvisto di monitor perché i dati vengono direttamente riportati sullo schermo del tuo pc o del tuo smartphone. Potrai quindi controllare i consumi come e quando vuoi, li avrai sempre a portata di mano.
Questi sono di certo i contatori di energia elettrica più innovativi presenti in commercio. E se ne vuoi conoscere ulteriormente le caratteristiche, potresti leggere la nostra recensione (clicca su Efergy Engage Hub Classic), in alternativa puoi subito vedere quanto costa, cliccando qui.

Misuratore di energia: prezzo

Il motivo per cui vale la pena acquistare il misuratore di consumo dell’energia elettrica è abbastanza chiaro, potrai finalmente conoscere quanta energia viene consumata in casa, in modo da prendere le dovute decisioni per evitare gli sprechi. Conoscendo ed evitando gli sprechi, ne avrai un tornaconto economico. Tornaconto economico che ti permette di risparmiare e di rientrare della somma spesa in poco tempo. Risparmio di cui potrai godere anche approfittando delle offerte in basso  (verifica che siano ancora attive, basta un click).

Adesso però vogliamo mostrarti i migliori 3 misuratori di consumo dell’energia elettrica in grado di offrire il miglior rapporto qualità prezzo. Scopri se le offerte sono ancora attive.

 
 
Ultimo aggiornamento: 22 Maggio 2019 13:45