Durometro: scopriamo il funzionamento, i modelli e tanto altro

durometroVuoi misurare la resistenza di un materiale alla penetrazione?
Lo strumento di misura che stai cercando è il durometro.
Come fa il durometro a misurare la durezza di un materiale?
Tramite un testimone. No, non ci riferiamo al testimone di nozze o a chi ha assistito ad un atto criminoso. Ci riferiamo ad un’impronta che viene lasciata dallo strumento durante la penetrazione. Riesce a penetrare in un materiale tramite una punta che, senza molta fantasia, è chiamata penetratore. In base alla profondità o alla grandezza dell’impronta lasciata sul materiale, si avrà la misura della durezza.
Ogni durometro si distingue per diversi usi, proprio per questo ogni prodotto è dotato di una propria scala di misura. Di questo e non solo parleremo in questa pagina.

Intanto, se interessato già all’acquisto di un durometro, puoi approfittare delle seguenti offerte per risparmiare.

 
Ultimo aggiornamento: 9 Dicembre 2019 23:32

Durometri: scale e utilizzi

In base alla scala di misura, il durometro può essere utilizzato per diversi usi. Adesso andremo proprio ad elencare le scale e a scoprire il diverso utilizzo.

  • Scala Shore: utilizzata per la misura di gomma e plastica. Abbiamo dodici diverse scale che si differenziano per la dimensione del penetratore e per la forza. Le più utilizzate sono D e A. La scala Shore A è utilizzata per i materiali di minor durezza. La scala D per quelli di maggior durezza. E se sei interessato ad un durometro Shore D consigliamo l’acquisto di questo modello.
  • Scala Brinell: utilizzata per i metalli non molto duri. E tra i durometri in commercio consigliamo questo qui della Landtek.
  • Scala Rocwell: per testare la durezza dei metalli. Anche n questo caso ci sono altre sottocategorie di scala, le più utilizzate sono B e C. La prima per i metalli morbidi. La seconda per i metalli trattati, quindi quelli induriti.
  • Scala Vickers: tutti i tipi di metalli, sia duri che morbidi. E tra i modelli più professionali suggeriamo l’acquisto del Sauter HO [scoprilo qui] adatto anche per misure con scale Brinell e Rocwell.

Durometro da banco o banco per durometri?

In commercio vi sono sia modelli con “durometro integrato” e modelli più economici dove il durometro dovrai acquistarlo separatamente. Nel secondo caso quindi si può più parlare di banco per durometro [per rendere meglio l’idea, ecco qui un esempio di banco per durometri] più che di durometro da banco [clicca qui per scoprire un modello da banco].

La scelta tra i due macchinari dipende anche dalla “mole di utilizzo”. Più misure devi effettuare, meglio sarà avere un macchinario più prestante e completo come il durometro da banco. Meno è la “produttività” e allora sì che si può optare per un banco per durometri.
Naturalmente poi ognuno dovrà valutare in base alle proprie esigenze, a prescindere dalla mole di lavoro.

Segnaliamo, inoltre, che i durometri da banco si suddividono in semi-automatici e automatici.
Cosa cambia?
La differenza sostanziale è che nel primo caso per la misurazione dovrai usare un microscopio, nel secondo caso no.

Durometro portatile: più piccolo e più economico

Il durometro portatile, ovviamente, ti consente di portarlo sempre con te, viste le piccole dimensioni dello strumento.
Non c’è nulla di nuovo da spiegare, possiamo solo evidenziare come di certo tali strumenti costino meno di quelli fissi. Anche se, restando sul piano professionale, comunque non si tratta di prezzi bassissimi. Al contrario, i modelli hobbistici non vantano un costo elevato [come puoi constatare qui].

Durometro digitale o analogico?

I durometri più “moderni” sono dotati di display digitale che favorisce una lettura immediata della misurazione. Inoltre, tramite i pulsanti potrai ad esempio bloccare la misura rilevata sul display (funzione hold). Premendo semplicemente un tasto puoi di nuovo azzerare la misurazione.
Se dovessimo scegliere opteremmo per un durometro digitale [ad esempio questo qui], anche se quello analogico ad oggi ha un vantaggio in più: non necessità di batterie. E se sei più interessato ad un modello analogico, possiamo consigliarti l’acquisto di questo tester.