Calibro: scopri i differenti modelli e tante altre utili info

calibroNon sai cosa sia un calibro?
In questa pagina potrai scoprire tutto quello che c’è da sapere su questo strumento di misura. Il cui compito è quello di agevolare le misurazioni interne, esterne e in profondità di un pezzo. Non a caso è prevalentemente usato in officina. 
Sono diversi i calibri presenti in commercio e se continuerai nella lettura del nostro articolo potrai scoprire non solo le tipologie, ma anche le caratteristiche, i prezzi e pure i modelli consigliati.  

E se sei fin da subito interessato a valutare alcuni modelli, qui in basso ti suggeriamo i seguenti calibri (in offerta).

 
Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre 2019 15:26

Migliori calibri: recensioni dei modelli consigliati

Ci siamo occupati di recensire alcuni tra i migliori calibri in commercio e adesso vogliamo proporti i modelli che consigliamo di acquistare.
Di seguito ecco i link delle recensioni:

Micrometro: il calibro palmer ad alta precisione

Il calibro Palmer o anche detto micrometro è utilizzato per le misurazioni esterne, interne e profondità. Strumento ad alta precisione costituito da un pezzo di metallo a forma di ferro di cavallo. In un’estremità c’è un appoggio fisso e nell’altra scorre una vite che è il riferimento per la misurazione.
Solitamente si tratta di calibri centesimali e tra i modelli migliori segnaliamo il Dml AK9635D [scoprilo qui].

Calibro a corsoio a nonio: il più usato in officina

Il calibro a corsoio è lo strumento più utilizzato in officina. In base all’approssimazione si possono avere altre distinzioni di calibri, ma di questo parleremo più avanti, giusto per non confonderti adesso le idee.
Scopriamone adesso il funzionamento.

Lo strumento ha una forma che in gergo potrebbe essere definita “tenaglia a pappagallo”, infatti ha una lunga asta e all’estremità superiore ha un becco metallico. Si dovrà inserire il pezzo da misurare entro questo becco. Quindi, bisogna far scorrere il corsoio fino a che non ci sia lo spazio sufficiente a far entrare il pezzo metallico da misurare. A questo punto bisogna chiudere il becco in modo da fissarlo saldamente al pezzo.
Una volta bloccato il pezzo, potrai leggere la misura sull’apposita scala graduata.

Le misure vengono visualizzate grazie al nonio, il dispositivo ideato per la lettura delle misurazioni anche inferiori al millimetro.
Spiegato il funzionamento, passiamo adesso a segnalarti, tra i vari modelli in commercio, il Borletti CDJB15 adatto per un uso hobbistico.

Calibro digitale: più vantaggi rispetto all’analogico

La tecnologia ha ormai compiuto dei passi così grandi che è davvero difficile stare dietro a tutte le nuove invenzioni. Anche nei calibri c’è stato un piccolo ma importante cambiamento. Il mondo del digitale non ha colpito solo i settori classici a cui appartengono telefonini, computer e console, ma anche gli strumenti di misura. Infatti, ad oggi è possibile contare anche sul calibro digitale.
Cosa cambia tra un calibro analogico tradizionale e un calibro digitale?
Dal punto di vista della funzionalità non cambia praticamente nulla perché in entrambi i casi sarà possibile misurare un oggetto, ma cambia dal punto di vista della praticità. Infatti, grazie ai calibri digitali non avrai più bisogno di guardare sulla scala graduata, ma potrai guardare il dato rilevato su un display.

Questi moderni strumenti di misura sono infatti dotati di indicatore elettronico digitale, in grado anche di avvisarti nel caso ci sia anche solo un minimo spostamento del pezzo durante la misurazione.
Possedere un indicatore elettronico porta anche ad avere delle funzioni in più, come ad esempio collegare il dispositivo al PC per automatizzare le misure (ovviamente, è necessario in questo caso il relativo software). In più, con un calibro digitale puoi passare, premendo l’apposito tasto, dalle letture metriche a quelle inglesi.

Approssimazioni calibri e consigli d’acquisto

A seconda dei calibri avremo delle approssimazioni diverse. Nello specifico distinguiamo ad esempio i calibri decimali, ventesimali, cinquantesimali, centesimali e millesimali.
Nello specifico scopriremo cosa stanno ad indicare tali termini e ti suggeriremo anche degli appositi modelli.

Calibro decimale

Nel primissimo sotto-paragrafo ci occupiamo del calibro decimale. Il nome stesso di tale tipologia sta già ad indicare cosa vuol dire. Spiegazione abbastanza “irrisoria”: i calibri decimali vantano una precisione pari a 0,1 mm. Per il resto bisogna segnalare che la scala graduata è divisa in 10 parti ed è lunga 9 mm.
Tra i calibri decimali consigliati suggeriamo il Truepower 04 – 0446 che puoi scoprire qui.

Calibro ventesimale

Il calibro ventesimale è quello più diffuso e più usato per le misurazioni in officina. In questo caso la scala di misura è divisa in 20 parti e misura 19 mm. Dal punto di vista della funzionalità, se prima avevamo detto che approssimativamente il calibro decimale ha una precisione di 0,1 mm, con il ventesimale abbiamo una precisione di 0,05 mm. E tra i modelli da noi consigliati scopri qui il Preciva DM670150.
La lunghezza può anche essere raddoppiata (nonio doppio) e in questo caso si avrà una scala graduata di 39 mm. L’approssimazione rimane uguale.

Calibro cinquantesimale

Abbiamo detto dei calibri decimali, abbiamo parlato in precedenza anche dei calibri ventesimali, a questo punto non tocca che ripeterci sotto un certo punto di vista. Infatti, i calibri cinquantesimali hanno una precisione di 0,02 mm e mantengono lo stesso identico funzionamento degli altri modelli. La lunghezza dell’asta di un calibro cinquantesimale è di 49 mm ed è divisa in 50 parti. Questo qui il modello da noi consigliato.

Calibro centesimale

Scommettiamo che se ti dovessimo interrogare sulla particolarità del calibro centesimale, sapresti rispondere immediatamente e senza nemmeno starci a pensare più di tanto. La lunghezza dell’asta è di 99 mm ed è divisa in 100 parti. Approssimazione di 0,01 mm.
Tra i migliori modelli segnaliamo il Tacklife DC02 [scoprilo qui] per via dell’ottimo rapporto qualità prezzo.

Calibro: prezzi bassi? Ok, ma attenzione al marchio!

Nonostante il calibro sia un prodotto che viene utilizzato principalmente per uno scopo lavorativo, quindi professionale, il costo non è sempre proibitivo. Attenzione solo a non acquistare strumenti di scarsa qualità. Per questo è anche importante valutare il brand. E di certo tra i marchi migliori del settore troviamo Borletti e Mitutoyo.
Per saperne di più sui prodotti di questi brand clicca sui link in basso: